• slidebg1

tenuta di corte giacobbe

Roncà

Roncà è un piccolo paesino a pochi chilometri da Soave, nella parte Est della denominazione. Soave rappresenta il terzo polo turistico del territorio veronese dopo Verona e il Lago di Garda. Parte della fama del borgo di Soave è legata all’omonimo vino. Molti ancora ritengono che il paese prenda il nome dal vino, chiamato Soave per la sua bontà. In realtà l’origine risale al termine Suebi, dicitura classica di Svevi, tribù barbarica che, proveniente dall’est Europa, qui si stanziò all’indomani del crollo dell’Impero Romano e alle invasioni che seguirono. Il luogo era ideale, uno sperone roccioso al confine della pianura, a picco sulla via Postumia che sicuramente passava nelle vicinanze. Il borgo è oggi dominato da un castello di epoca scaligera, da cui si

dipanano in cerchi concentrici le mura che avvolgono tutto il paese. Dall’alto del castello si può ammirare un panorama mozzafiato sulla campagna circostante e sulle infinite distese di vigneti. L’itinerario guidato nei territori di Soave non può che partire dal castello. Anche se le sue origini risalgono all’alto medioevo o forse più indietro all’epoca romana, le forme attuali sono quelle che gli diede Cansignorio attorno al 1369. E’ uno splendido esempio di costruzione militare medioevale, con le sue porte, le mura merlate, i ponti levatoi e le saracinesche, le collezioni d’armi e l’imponente mastio. Per chi non soffre di vertigini è possibile percorrere i camminamenti di ronda da cui si gode il panorama circostante.

I VINI

Tenuta di Corte Giacobbe